Skip to content

Dichiarazione sostitutiva - locazione

Canone TV ad uso privatoCome fare per…Domande e risposte sul canone TV › Dichiarazione sostitutiva - locazione

No. È necessario però controllare il tipo di utenza: se è di tipo residenziale e non hai nessun’altra utenza residenziale intestata oltre a quella dell’appartamento affittato, per non pagare il canone puoi inviare all’Agenzia delle entrate l’apposita dichiarazione sostitutiva. E' scaduto il termine per inviarla per il 2016. Per il 2017 puoi inviarla entro il 31 gennaio. Allo scadere del contratto di locazione, dovrai presentare una dichiarazione di variazione dei presupposti (il che comporterà l’addebito del canone a decorrere dal mese in cui la presenterai)

Il proprietario può presentare la dichiarazione sostitutiva compilando il Quadro A solo se il contratto di affitto è stipulato per l’intero anno; in tal caso infatti l’apparecchio Tv è detenuto dall’inquilino. Diversamente, in caso di affitti brevi che implicano la detenzione dell’apparecchio Tv da parte del proprietario nei periodi in cui la casa non è affittata, il canone di abbonamento è dovuto anche dal proprietario

Se fa parte della stessa famiglia anagrafica dei genitori e questi ultimi pagano il canone su un’utenza elettrica residenziale, non sussiste l’obbligo di pagare alcun canone. Se lo studente è anche intestatario dell’utenza elettrica di tipo residenziale nell’appartamento affittato, deve presentare la dichiarazione sostitutiva in cui andranno indicati, nella sezione “dati del dichiarante”, i propri dati, nella sezione “dichiarazione” del Quadro B, il codice fiscale del genitore componente della stessa famiglia anagrafica e titolare dell’utenza elettrica di tipo residenziale su cui è addebitato il canone; se invece lo studente non è intestatario dell’utenza elettrica non deve presentare alcuna dichiarazione sostitutiva